Dicono di noi

15/05/2019

DICONO DI NOI

In questa pagina trovi cosa dicono di noi gli allievi della scuola di formazione, dei master di formazione e dei seminari di consapevolezza e realizzazione

Cosa dice chi ha frequentato la scuola 

Laura

Il mio percorso con la scuola è stato ed è una continua scoperta di talenti. La scuola mi ha dato strumenti da applicare nel quotidiano; per me nella vita è importante attivare le mie attitudini e crescere. Sento che sto cambiando attraverso una visione più ampia e consapevole. È un’opportunità di essere felici attraverso l’attivazione di risorse dormienti del mio essere. È apertura e gioia, crescita personale e anche comunitaria. Non cambiano le persone intorno a me, che nella scuola sono i miei compagni, cambia il modo di vederli. Questa capacità esercitata qui diventa il nuovo modo di approcciare il mondo esterno. 
Ringrazio i maestri per la cura per ognuno di noi e ringrazio la vita per ogni insegnamento e sono grata a me stessa per essere qui con gioia e leggerezza.

.

Claudio

i-MOV Academy è un percorso di crescita profonda del proprio io, una ricerca di un migliore equilibrio tra la mia mente razionale, la mia voglia di conoscere la mia spiritualità ed il mio corpo. La possibilità di mettersi in gioco in un gruppo unito dallo stesso sentire, dalla stessa sensibilità, un gruppo “protettivo” e senza giudizio. Una grande opportunità di imparare “tecniche” e di provarle direttamente, di sviluppare un primo embrione di interesse in diverse discipline olistiche. Di essere guidati, stimolati e supportati da 3 maestri eccezionali, sia umanamente che professionalmente. 3 maestri che hanno studiato, sviluppato e strutturato un percorso di crescita e di conoscenza con il chiaro obiettivo di sviluppare e portare nel mondo una grande capacità di amore.

.

Livia

Questo percorso mi sta dando molto: mi ha permesso di liberarmi di tutto il dolore e la rabbia accumulati, mi ha permesso di vedere e riconoscere le mie ferite, mi ha dato strumenti per riportarmi alla centratura.Dopo anni di grande sofferenza, di allontanamento da me stessa, dalla mia anima, mi ha permesso in tre anni, devi trovare e devi connettermi al mio corpo che ha sofferto e assorbito il mio vissuto.Ora sento di aver completamente incluso la mia parte femminile e ho ritrovato fiducia in me stessa riconoscendo i meccanismi di dissociazione scelti e perpetrati per anni. Mi ha permesso di riaprire il cuore che si era chiuso già da bambina e ho ritrovato il mio modo di muovermi, di agire e di essere nella quotidianità che è molto cambiata di qualità. Il mio tenore di vita è migliorato, ho ritrovato salute e le mie giornate hanno momenti di luce e di ombra che riconosco con amore come un fluire naturale della vita, riuscendo a perdonarmi e a perdonare.
Questo percorso mi ha ridato fiducia nella vita e mi ha fatto imparare a vivere in pienezza, nel rispetto di ciò che sono di tutto quello che è la vita. Questo percorso mi ha detto veramente cambiato la vita.
La felicità è una scelta e ringrazio questa scuola per avermi aiutato a ricordarmelo a ricordare ciò che da bambina sapevo ma avevo dimenticato.

 leggi tutto 


Cosa dice chi ha frequentato il percorso al femminile “Il viaggio della Dea” Sardegna 25-28 Aprile 2018

Francesca

Il viaggio della Dea è iniziato ad occhi chiusi. Sono partita con tante speranze e nessuna idea di come tradurle in domande, ma sapevo che quella era la cosa giusta da fare. Dovevo fidarmi delle mie intuizioni, delle compagne che la Vita mi avrebbe messo accanto. Le uniche di cui mi fidavo di già erano Renata e Monica e non mi sono sbagliata. Sono state immense, presenti, sensibili, hanno visto ciò che ciascuna di noi nascondeva, hanno compreso i linguaggi con cui lo esprimevamo, quando nemmeno noi lo comprendevamo!! Mi hanno condotta prima alle giuste domande, senza mai suggerire, sempre e solo guidandomi. Poi, allo stesso modo, mi hanno accompagnata alle risposte. Di tutto ciò sono grata e anche di più, sono grata per il legame che ho potuto creare con la donna dentro di me e con le altre donne. Una certezza, una consolazione, un canto levato a mille voci: la mia, quella delle compagne lì con me, ma anche molte altre, molte di più, chissà da dove, chissà da quando. Devo ringraziare per la responsabilità, messa dolcemente nelle mie mani, ma con determinazione. Perché la fiducia non è tutto, non basta. Ci vuole l’azione, la consapevolezza. La scelta. E la responsabilità di esse sono mie e solo mie, anche se ho imparato che, nel farlo, ho le spalle coperte! Di questo devo ringraziare. Di aver scoperto una protezione antica che mi porto dietro, sempre, sotto pelle. Ho compreso che il femminile inizia con me, con noi, ma sprofonda nel passato e nel futuro, in un’unica infinita catena di potere che unisce tutte le donne, fino all’idea stessa di Donna. E’ un cerchio rosso di vita, di passioni, di speranze, di preghiere e desideri. Eccola quella forza unica, eccola la Dea: l’insieme integrato di ogni sfumatura possibile di esistenza, il legame di una sorellanza che riconosce, definisce e sostiene. Abbiamo portato intenti importanti: perdono, amore, guarigione, rinascita. Abbiamo sentito ogni desiderio depositarsi a fondo: su di noi, sulla sabbia, sotto di essa e poi giù, fino in fondo al ventre della Madre Terra. Desideri liquidi che scivolano tra gli anfratti e scorrono, scorrono, scorrono, scorrono… Noi li abbiamo evocati e lasciati andare e ora li percepiamo, sono diventati reali, concreti, e suonano la loro musica sotto, sopra, attorno e dentro di noi. Quando riprendiamo l’aereo per tornare a casa, la magica terra di Sardegna, illuminata nella notte come un pizzo di luci, ognuna di noi ha ricevuto tutte le risposte, ognuna di noi ha ricevuto qualcosa in più che non aveva chiesto. Abbiamo ritrovato l’impronta della nostra Madre comune, abbiamo ritrovato la gioia e la sicurezza della tenda delle donne. Non saremo mai più sole… e, da oggi in poi, sappiamo che non c’è nulla che non possiamo fare. Un grazie alle mie compagne e a Renata e Monica che hanno reso indimenticabili non solo questi

Katia

Partire con un gruppo formato da 18 donne, è già un successo. Non ho mai intrapreso un viaggio di questo tipo con compagne del genere.
Cosa mi ha lasciato questa esperienza?
In primis non è stato solo un “semplice” viaggio, ma un cammino, un percorso che ci ha portato a conoscere un pò di più Madre terra e quindi noi stesse. Ho compreso che Madre terra comunica con gli esseri umani in ogni momento, ho sperimentato come noi siamo un canale di comunicazione dell’universo, mi sono sentita strumento di un volere più grande: ne sono consapevole ed accetto questo ruolo. Ho sperimentato la potenza della donna e l’immenso potere che le donne hanno se lavorano insieme, ho capito che nella vita non occorre prendere tutto sul personale, non occorre essere troppo seri per viverla pienamente e che delle situazioni, a volte poco piacevoli, che fanno emergere i nostri lati negativi, sono un’opportunità per poter trasmutare il tutto in positivo: e che dipende solo da noi come affrontiamo le situazioni e le persone.
Leggerezza bambina: “prendi la vita con leggerezza” ha scritto qualcuno;  sono tornata da questo cammino, il cui tempo si è espanso, con un carica energetica incredibile, non mi sento esattamente uguale a quando sono partita, credo che si sia aggiunta una consapevolezza sul potere femminile che prima non avevo.
Grazie grazie grazie ed onore a tutto il genere femminile del presente del passato e del futuro espresso in tutte le forme possibili ed immaginabili.

Valeria

Insieme a Monica ho iniziato il percorso al femminile di Biodanza sui nativi americani e quest’anno sto seguendo il percorso donne che corrono con i lupi: molto stimolante e “curativo”.
In marzo ho sfidato il mio coraggio ed ho partecipato al Seminario Progetto Minotauro, e come sfida personale ho camminato fieramente in mezzo ad un gruppo di persone che pur non conoscendomi mi hanno dato la forza per intraprendere e concludere la sfida. Da allora sento che la strada è quella giusta.
L’esperienza del percorso al femminile in Sardegna è stata da me presa al volo perché sentivo che nonostante la mia posizione da neofita in questi argomenti e approcci alla vita, sentivo che sarebbe stato arricchente.
Mentre ero là, in una terra colorata e in fiore, mi sentivo in completa armonia con tutto, niente mi dava fatica, ogni piccola emozione scorreva fluida in me. Mi sono sentita accolta, non giudicata e apprezzata.
Devo dire che le persone fanno la differenza, con le mani nelle mie mani erano presenti solo persone coinvolte ed entusiaste quanto o oltre me, che hanno accolto il mio essere, e quando ho espresso segnali di difficoltà mi hanno donato esempi di esperienze che le hanno portate più vicine alla gioia, o più lontane dal dolore/disagio.
Esperienza ricchissima di momenti suggestivi.
Stendere in una bandiera i nostri ringraziamenti alla vita in un paesaggio suggestivo da urlo!
Essere guidata da insegnanti empatiche, illuminate, gentili e forti a bagnarmi alla fonte e sentire le radici rivitalizzarsi e vedere nascere immediatamente germogli sul mio corpo.
Farmi guidare nel ricongiungimento con le ave per me è stata una scoperta che non avrei mai pensato essere fondamentale.
Essere accolta nel fondo di un cunicolo tra le radici della montagna da una figura femminile che mi stava aspettando e che aveva la mia stessa frequenza cardiaca , e che da quel giorno ho la certezza di poter ristabilire con lei il contatto perché ora fa parte di una mia esperienza.

Mirella
L’esperienza del Viaggio della Dea non è raccontabile facilmente a parole.
Un Viaggio potente e Magico in una Terra dove la Dea si sente in ogni luogo, in ogni dove , la potenza degli elementi che si uniscono in un unica forza!
E tutto questo,  con la costante perfetta e precisa guida di due Insegnati , Monica e Renata, sempre all’altezza in ogni situazione che si è presentata.
Tutto ciò ha permesso a me e al gruppo di lavorare, sul nostro Sacro Femminile, di incontrare la Dea che è in ognuno di Noi!  E in alcuni momenti di ridere e divertirci. Porterò sempre nel mio cuore, i visi delle Dee che hanno fatto parte di questo gruppo, questa stupenda forte esperienza, in una Terra Magica e la certezza di aver ritrovato una parte di me. Grazie

Per condividere